it de en
Il più bel green a sud delle Alpi   
 

Regole locali - Golfclub St.Vigil

Sfogliate il nostro regolamento delle partite da golf presso il Golfclub San Vigilio nella regione turistica Alpe di Siusi

 

CONDIZIONI DI GARA E REGOLE LOCALI Golf Club St. Vigil Seis
Vigono le regole approvate dal R.&A. di St. Andrews adottate dalla Federazione Italiana Golf.

ORARIO DI PARTENZA (Reg. 6-3 a)
L’ora ufficiale è quella dell’orologio esposto al Tee della buca 1.
Se il giocatore arriva nel punto da dove deve partire, pronto per giocare, entro 5 minuti dopo il suo orario di partenza, la penalità per non essere partito in tempo è di 2 colpi alla prima buca. La penalità per infrazione a questa regola è la squalifica.

OSTRUZIONI MOVIBILI (Reg. 24-1)
Sassi e pietre nei bunker.
I paletti indicanti 200/150/100 mt da inizio green.

OSTRUZIONE INAMOVIBILE (Reg. 24-2)
Le strade preparate per il transito dei golf Cart ed i paletti fissi al terreno posizionati a bordo strada, e la corda di collegamento.
Le casette in legno alle buche: 3, 4, 5, 7, 8, 10, 13, 14 che non si trovino fuori limite.
La rete di protezione al termine della buca 6.
La segnaletica posta vicino alle partenze indicante i dettagli delle singole buche.

TERRENO IN RIPARAZIONE (Reg. 25)
Delimitato da paletti blu, la palla deve essere alzata e droppata fuori da tale terreno.
Le erosioni nei bunker causati dall’acqua.
Il terreno smosso a seguito lavori di manutenzione.
Sono da considerarsi terreno in riparazione i gravi danni provocati sul percorso da animali non scavatori, anche se non delimitati da paletti blu.
Sul percorso, una palla che viene a fermarsi dentro o sopra un buco di aerazione (carotatura) può essere alzata senza penalità, pulita e droppata, il più vicino possibile al punto in cui giaceva ma non più vicino alla buca. La palla quando è droppata deve prima colpire una parte del campo sul percorso. Sul putting green, una palla che viene a fermarsi dentro o sopra un buco di aerazione può essere piazza-ta nel punto più vicino alla buca e che eviti l’interferenza.
PALLA INFOSSATA (Reg. 25-2)
Se la palla di un giocatore è infossata in qualunque area accuratamente rasata del percorso, può essere alzata, pulita e droppata sen-za penalità, il più vicino possibile al punto in cui essa si trovava, ma non più vicino alla buca.
OSTACOLI D’ACQUA (Reg. 26)
Sono determinati da paletti e/o linee gialle. Laterali delimitati da paletti e/o linee rosse.
Nelle buche 3 e 4, se la palla di trova all’interno dell’ostacolo o è noto o pressoché certo che una palla che non è stata trovata sia nell’ostacolo d’acqua, il giocatore può:
procedere secondo al Regola 26
come opzione aggiuntiva, droppare una palla con la penalità di un colpo, nella zona di droppaggio indicata.

FUORI LIMITE (Reg. 27)
Al di là di ogni recinzione (staccionata), di ogni fila di paletti bianchi che definiscono il limite del campo. La linea del fuori limite è de-terminata dai punti interni più vicini ai pali della recinzione o dei paletti presi a livello del terreno.
Una palla che attraversa la strada pubblica definita fuori limite tra le corsie delle buche 1 e 2, e tra la buca 9 e 1/18 e che si ferma li, viene considerata fuori limite, anche se giace sul percorso.
I paletti bianchi situati lungo la buca 12 definiscono il fuori limite per il gioco della buca 13.
Dentro o oltre qualsiasi fosso che definisce il margine del campo.
Una palla è fuori limite quando giace interamente al di là di tale linea.

PARTI INTEGRANTI DEL CAMPO
I muretti tra la buca 1 – 18 e 17 – 18.
Il muretto della buca 3.
La staccionata in legno tra il green della buca 10 e il Tee di partenza della buca 11

RICONSEGNASCORE:(Reg.6-6/b)
Se non specificato diversamente, presso la Reception del GC St. Vigil Siusi il più presto possibile.
Anche in caso di N.R. (Infrazione alla regola 6/6b: squalifica)

INDICATORI DI PARTENZA:
uomini: bianchi + gialli
donne: blu + rossi
Quando non indicato diversamente, la penalità per infrazione alle condizioni di gara o alle regole Locali è:
Match Play: perdità della buca
Stroke Play: 2 colpi

CONGEGNO PER MISURARE LE DISTANZE (Reg. 14-3)
In questo campo un giocatore può ottenere informazioni sulle distanze utilizzando un dispositivo che misuri unicamente la distanza. Se, durante un giro convenzionale, un giocatore utilizza un dispositivo per misurare le distanze che è stato progettato per valutare o mi-surare altre condizioni che possono influenzare il suo gioco (ad es. variazione di quota, velocità del vento, temperatura, ecc..), il gioca-tore infrange la regola 14-3, per la quale è prevista la penalità di squalifica, indipendentemente dal fatto che tali funzioni aggiuntive vengano utilizzate.


È OBBLIGATORIO RIPARARE I PITCH MARKS, RIPIAZZARE E COMPATTARE LE ZOLLE E DI RASTRELLARE I BUNKER.

La commissione sportiva si riserva il diritto di modificare in qualsiasi momento le Condizioni di Gara o le Regole locali

 



Privacy:
- GolfClub_Privacy_accessoaiservizi.pdf